CANCRO AL FEGATO: UN NUOVO TEST PERMETTE DIAGNOSI PRECOCE

Bruxelles - Sviluppato un nuovo test per diagnosticare gia' ai primi stadi il cancro al fegato, una tra le piu' frequenti cause di morte al mondo. Con una sola goccia di sangue ora e' possibile individuare il 50% dei casi in piu' rispetto a prima. Lo studio e' stato condotto dai biotecnologi dell'istituto belga VIB e dall'Universita' di Gand, in collaborazione con I centri di ricerca cinesi di Pechino e Shanghai. Il carcinoma epatocellulare (HCC) e' il tipo di cancro al fegato attualmente piu' diffuso. Questo tipo di tumore e' spesso una conseguenza di altre patologie del fegato, come l'epatite B e C, ma il colpevole di quasi l'80 per cento dei casi restala cirrosi epatica.
Fonte: www.cybermed.it

Questa malattia distrugge le cellule del fegato che vengono sostituite da tessuto cicatriziale, il quale, se in eccesso, compromette seriamente le funzioni del fegato. L'abuso di alcool, I disturbi biliari, le infezione da parassiti e le tipologie B, C e D di epatite sono le patologie che piu' frequentemente evolvono in cirrosi epatica. Il tumore al fegato e' oggi una della maggiori cause di morte in Asia (in Cina ogni anno muoiono mezzo milione di persone)e Africa, ma la percentuale dei casi registrati sta crescendo anche nei paesi occidentali. In Belgio ogni anno vengono registrati 350 nuovi casi di cancro al fegato, per I quali l'unica soluzione finora possibile era il trapianto d'organo. Il nuovo metodo di diagnosi, prendendo in tempo la malattia, eviterebbe il ricorso alla chirurgia. Per diagnosticare la presenza di un tumore in crescita solitamente si cercano nel sangue del paziente alcune sostanze rivelatrici, dette marcatori. L'HCC rilascia nel sangue del paziente un solo marcatore specifico, l'AFP, non molto affidabile: spesso presente in basse concentrazioni, puo' anche portare a falsi risultati positivi. Il nuovo test, messo a punto da Xue-en Liu, Liesbeth Desmyter, Cuiying Chen in collaborazione con I colleghi cinesi, e' basato su una precedente ricerca di Roland Contreras e Nico Callewaert. Esaminando un gruppo di pazienti cinesi colpiti da cirrosi causata da epatite B, hanno osservato che la concentrazione nel sangue di due particolari zuccheri varia sistematicamente sia con l'avanzare della cirrosi che con l'aumento della massa tumorale. Questa diagnosi ha funzionato nel 70 percento dei casi di HCC. Quando questo nuovo test viene combinato con quello basato sul marcatore AFP, la diagnosi il cancro e' praticamente certa.
Fonte: Agi/Federfarma